lunedì 23 maggio 2016

Onorare la Vita – Onorare la Morte - Un poemetto di Teri Volini in onore di Falcone e Borsellino.











Un omaggio all'eroismo silente di uomini (e donne)  nei tempi 


Onorare la Vita – Onorare la Morte


I

Sulla costa occidentale dell'antica Trinacria
lungo la baia di Guidaloca

in un soleggiato pomeriggio di prima estate
sugli scisti taglienti c’inerpicammo

per raccogliere le cime piumate dell’elicriso
sature di sole. All’ombra di un arco naturale

formato da alti pini 
dominanti lo scosceso sperone

ne facemmo – insieme a Trixi –
ritorte corone

con fili d'erba  fiordalisi color del cielo
e margherite selvatiche



II


Dall'alto del promontorio biancorosato
le offrimmo poi alle onde irrequiete
del mare spumeggiante

per onorare  l'Eterno Movimento
la Bellezza  e la Sacralità
dell'Esistente

Altre due ancora ne andammo intrecciando
con delicati papaveri dal cuore d’ebano

ranuncoli ibiscus e anemoni rossi
un ciuffo di velenosi oleandri
dello stesso colore

fiori della passione e una carnosa euforbia
dalle temibili spine



III

Verso Palermo le portammo con noi
la prima posando nei pressi di Capaci

sull'autostrada dell’infamia e del tritolo
che voleva ridurre uomini troppo alti

La seconda deponemmo
sul gradino più basso di una torre antica

da allora insanguinata
nella fortezza medievale di Carini

in ricordo di Laura
la Baronessa uccisa per onore

e di tutte le donne oltraggiate
dagli infami uomini-Orco.



Dalla raccolta Universi -2015

lunedì 11 aprile 2016

articolo per il SI- referendum 17 aprile - pubblicazione su La Grande Lucania aprile 2016

per contribuire alle ragioni del  SI   - referendum  17 aprile -  anche l'art pubblicato su  La Grande Lucania in libera distribuzione aprile 2016



vedi anche 
29 marzo 2016
IO MI FACCIO IN QUATTRO PER UN SÌ
Pubblicazione articolo su Comune-info.net (Roma)



e per lettura integrale: su blog  dal 3  marzo IO MI FACCIO IN 4 PER LA NATURA, E TU?


giovedì 24 marzo 2016

Un paese quasi perfetto - riflessioni sul film





Appena  distribuito  nelle sale italiane,    il film “Un paese quasi perfetto"  mi offre la possibilità di condividere alcune riflessioni attinenti  il territorio,  l’attaccamento alla  terra d’origine e la qualità del vivere,  alla luce del fallimento ormai sempre più evidente di un modello di industrializzazione  selvaggia, che tanto ci  ha allontanato dalla natura e da una reale autenticità nei  rapporti …






Una delle scene a mio avviso - anche esteticamente -  più emblematiche: l'arrivo del  CEM (Chirurgo Estetico Milanese), catapultato suo malgrado nel Far -  Sud ,  in cravatta,   con mise trendy,  ultra - mode- bici,   e scarpe bianche; dietro,  quella bellissima mucca  pur essa bianca, sempiterna ....






Pietramezzana


Protagonisti  della  commedia - regia di Massimo Gaudioso (già sceneggiatore del celebre  Gomorra),  i noti attori Silvio Orlando, Carlo Buccirosso, Nando Paone ,   con Fabio Volo e  Miriam Leone, con la viva partecipazione degli abitanti di due borghi  “simbolo” delle Piccole Dolomiti Lucane,  Castelmezzano e Pietrapertosa, presenti nel titolo come un sol luogo, nella  forma unificata di Pietramezzana,  una piccola comunità di montagna di 120 abitanti  che rischia di sparire a causa dello spopolamento per  mancanza di lavoro.


Non tagliare le radici

Nel film, i  pochi abitanti rimasti, rappresentati come ex - minatori, vivono con una cassa integrazione che rischia di trasformarsi in disoccupazione permanente. Tuttavia gli i abitanti non si arrendono alla prospettiva  e – grazie alla determinazione del loro sindaco Domenico (Silvio Orlando)   le pensano tutte, ma proprio tutte, per attivare  un  progetto (la nascita di una  fabbrica), che però prevede un certo numero di residenti e - per cominciare -  la presenza di un medico in paese...
 Il caso fa sì che,  tra i dottori ricercati a tal fine, si venga a trovare un  rampante chirurgo estetico Gianluca Terragni (Fabio Volo), milanese, e per non fargli sentire la mancanza del wi-fi, del sushi o della musica jazz, s’inventano di tutto,  perfino la creazione dal nulla di una squadra di cricket  tra i picchi rocciosi! ... Le altre trovate sono indicibili, vanno solo viste!…

La comicità è affidata a tre noti comici italiani e alla comparse che rappresentano  una comunità disposta a tutto per riuscire nello scopo, ma  che alla fine ritorna cosciente dell’importanza dell’onestà e  sincerità nei rapporti,  in questo sostenuti dall’atteggiamento severo della barista (Miriam Leone), da subito contraria all’inganno” perpetrato perché il medico resti…



Una delle scene più esilaranti, giocate sulla necessità dei tre di  fare buon viso a cattivo gioco: nel senso letterale del termine, dal momento che  devono fingere passione per la partita di cricket - gioco amato dal medico -  mentre in contemporanea gioca la squadra del cuore: cosa ci può essere di più tragico ed eroico per tre tifosi italiani (e non solo)?


Un’ importante inversione di tendenza

Bello e significativo, il desiderio  - espresso nella commedia  dall’impegno,  fin troppo spinto,  del sindaco e degli abitanti -  di  non abbandonare i luoghi d’origine, di  cercare a tutti i costi una soluzione, anche paradossale , che comunque  alla fine trova una sua strada , anche nel parossismo della vicenda e nell’inevitabile forma parodistica ..
L’inversione di tendenza può fare miracoli,  e trasformare  -  si spera senza danni consumistici-  una realtà che in molti paesini della Basilicata e del Sud  è manifesta da tempo con l’evidenza dell’abbandono, del trasferimento in città o al nord,   soprattutto delle giovani generazioni, con conseguenze disastrose.


    

Silvio Orlando, un attore che apprezzo, e che non si vergogna delle sue "rughe"


Esemplarità

Ed è significativo che tale “esempio” parta proprio da due dei borghi lucani  che -   grazie all’impegno delle amministrazioni  -  hanno già fornito buone opportunità  per la conoscenza degli stessi  e di conseguenza   una ripresa significativa,  grazie al potenziamento delle doti naturali  - già di per sé eccezionali -delle Piccole Dolomiti ,   con l’offerta di una variegata scelta  di strumenti per  usufruire della  particolarità e bellezza del territorio (Volo dell’angelo, strada ferrata per l’arrampicata e la scoperta di luoghi e prospettive paesaggistiche altrimenti non visibili, percorsi naturalistici  e di trekking   o semplici passeggiate...






Sono proprio l’integrità del territorio e il rispetto della sua bellezza -  sottolineata da iniziative creative -   a rendere  i luoghi degni non solo di essere ri-abitati,  ma ri- visitati da un turismo di qualità; 
 in cui sia fondante l’ospitalità  degli abitanti,  grazie alla quale  si torni a riconoscere  l’importanza  e la dignità di modi e ritmi di vita diversi, più umani,  cui i residenti per  primi si ripropongono di aderire, come nel film viene alla fine indicato, senza  bisogno di  “ fingere”  ma mostrandosi nella migliore  forma e autenticità …

Teri Volini




Di seguito alcuni trailers dal film






foto paesaggi : Teri Volini 


lunedì 14 marzo 2016

LA PUNGENTE PALADINA DELLA LOTTA PER L'AGRICOLTURA SOSTENIBILE-- Condivisione testo integrale 'articolo pubblicato da La Grande Lucania Bus. il 29 febbraio 16


Condivisione del testo integrale
dell'articolo pubblicato da La Grande Lucania Bus.  il 29 febbraio, 

su richiesta di quanti non sono riusciti a prendere il mensile: ricordate che viene distribuito ogni fine mese!  





LA  PUNGENTE PALADINA DELLA LOTTA PER L'AGRICOLTURA SOSTENIBILE

Mi aveva molto colpito la notizia incredibile del divieto della produzione  vendita e persino pubblicizzazione  -  in Francia -   di un prodotto  tradizionalmente  usato   in agricoltura  fin dai tempi più antichi: il  macerato di ortica. Una multa di 75.000 euro era comminata a quanti infrangevano la prescrizione.
In definitiva, si consente a  pubblicizzare, produrre e vendere tutti i tipi di  chimici altamente tossici - concimi, diserbanti,  insetticidi etc.,  di cui  persino il contenitore non può essere riciclato per la sua pericolosità , mentre viene vietato il semplice quanto efficace  rimedio naturale.
Cosa dire dinnanzi al surreale  paradosso e alla chiara malafede di una direttiva che va spudoratamente a favore dei prodotti chimici delle multinazionali, responsabili dell’avvelenamento della terra, a livello locale  e planetario ?
 Una razionalità perversa e impregnata di burocrazia  - segnata da vili tornaconti - reclama  una certezza scientifica  - dimostrare che l’ortica non è dannosa! -  quando anche al più profano ne appaiono scontati i benefici. Ma il tecnico addetto ai  permessi vuole farla sparire! In realtà ciò che si vuol eliminare è la natura, e l’ufficiale-robot, guardiano della  “cultura”  dominante,  decreta la cancellazione  di ciò che non  conviene a un sistema lobbistico.

Il problema è la nostra ignoranza 

D’altronde è stata questa la tendenza dominante  negli ultimi sessant’anni, quelli del cosiddetto boom  economico, che  oggi ci appare in tutte le sue contraddizioni,  alla luce delle rovinose conseguenze  che ci hanno  portato alla soglia del dissesto da tanti  punti di vista, soprattutto della salute del territorio  e nostra.  

In poco più di mezzo secolo ci siamo talmente distaccati dalla natura, da riuscire a  concepire solo ciò che creiamo noi stessi, anche se è dannoso, anzi dannosissimo!

 In nome di un molto frainteso progresso, arriviamo a non riconoscere e a vietare le soluzioni organiche,  persino  quelle confermate dalla saggezza popolare
. Succede lo stesso con la medicina naturale, le erbe, etc..

Coccinelle,  Desmodium e Phytoseiulus.

 
Per fortuna oggi si parla sempre più di ecosostenibilità; la nuova attenzione porta a capire che i chimici possono essere sostituiti dai sistemi naturali.
Si può notare la differenza - soprattutto in termini di qualità e salute  - tra chi usa i primi e chi i secondi: oltre al macerato di ortica, di equiseto, di felce, di borragine, consolida o tanaceto,  ci sono gli insetti antagonisti dei parassiti, come  le coccinelle,  e il phytoseiulus, acaro predatore che divora il dannoso ragnetto rosso..  Ci sono le erbe sterminatrici delle parassite che distruggono i raccolti, come in Africa il Desmodium,  che ha salvato i contadini ridotti alla fame dalla Striga, senza avvelenare il terreno…  e il granturco, solo attaccandone le radici! Lo stesso scaccia le tarme dal grano.

Una giusta informazione 

Perciò la cosa giusta  è una  seria informazione,  leggi a favore di una benefica  sostenibilità,  cambio di mentalità  e di metodo;  la necessità di congedare le esigenze finanziarie delle grandi lobby  privilegiando la salute.
Usare prodotti naturali significa salvare la Terra, al contrario dei chimici che portano la morte al terreno e un inquietante circolo vizioso...
Basti vedere cosa è successo in India per colpa delle multinazionali, dai semi transgenici  ai velenosi concimi e pesticidi, che hanno causato rovina e morte - o suicidio per disperazione - dei contadini. Vandana Shiva insegna.

Bisogna andare alla radice del problema: ricominciare da zero si può e si deve fare Ricorrere alle piante amiche può servire più di tanti “trattamenti”, ad esempio l'erba medica che pompa l'acqua delle vigne,  il trifoglio che nutre gli insetti utili, creando un buon habitat.  


Senza parlare della permagricoltura, del metodo Fukuota, in cui le piante crescono tutte insieme  in un ecosistema vicendevole, protettivo, in grande abbondanza e sanità.

L'ortica,   erba dalle mille virtù.

Così l'ortica diventa il simbolo del nostro rapporto con la natura selvaggia, un rapporto tutto da ricostru ire; l’emblema della lotta per la conservazione dei rimedi naturali e per un’agricoltura  sana. 

La paradossale vicenda del macerato di ortica riassume con agghiacciante chiarezza la realtà degli interessi delle grandi multinazionali, scandalosamente collegate  al  potere con le loro pressioni e  il paradosso che ne consegue:mentre  chimici e pesticidi continuano a violentare la terra, si richiede all’ortica di “dimostrare” che non è nociva. E pensare che la polvere d'ortica è preziosa nella lotta contro la malnutrizione infantile, favorendo la produzione di latte materno!

Il macerato “fuorilegge”, tradizionalmente usato anche come  medicina  per i cuccioli, ha una semplice ricetta: fermentate le  foglie d'ortica per una decina di giorni - un chilo in 10 lt. d'acqua a 20°, se ne irrorano le piante, come antiparassitario e rinforzante del  “sistema immunitario”. 

Stupefacente la  lista dei componenti  della pianta, urticante a causa degli acidi formici,  presenti anche nelle api e nelle formiche come sostanze difensive 

Molteplici le proprietà, diuretiche, antiemorragiche, antireumatiche e antinfiammatorie; stimolante naturale,  l’ortica aiuta la depurazione dell’organismo.

Altissimo il valore nutritivo: ricca di flavonoidi dall'azione antiossidante, contiene ferro e altri minerali, cibo energetico, ricco di vitamina C, calcio, fosforo, magnesio, con  più proteine della soia  e 7 volte  più vitamina C dell'arancia, fa parte delle piante che hanno nutrito i nostri antenati per migliaia di anni.

Oggi i cuochi più in la usano per menu raffinati: risotto, frittelle, polpette,  minestra  o vellutata  d'ortica,  decorata con foglie fiori e petali, o ripieno di ravioli e ottime omelette

Certo che se non fosse surreale, sarebbe una barzelletta: pretendere di certificare la “non pericolosità”  di una simile eccellenza oggi  ancora misconosciuta  -  facile  come bere … una tisana dell’erba stessa  - soprattutto se si paragona a tutto l’orrore che viene sversato nelle acque, nella terra, nell’aria, impunemente e da anni ormai, condannandoci  a morte lenta ogni giorno, è davvero da mondo alla rovescia!


Teri Volini, artista biofila, operatrice culturale
Presidente Centro d’Arte e Cultura Delta di Potenza   

terivolini.art@gmail.com

pubbl su blog il 29 2 16 


mercoledì 2 marzo 2016

Un Concetto di Arte al Servizio del Mondo in link - Alcune Opere di Teri Volini






ANCHE L'ARTE è UN BENE COMUNE! 


   link attivi 


Liturgia del prossimo:
Amare il Prossimo: la “scultura sociale”, dagli anni '90:


La ricerca di Armonia è alla base di tutta l’opera di Teri Volini, fin da quando esaltava e magnificava la bellezza e la generosità della Madre Terra tramite la pittura, esprimendo nel colore più vivido e nell’ombra più profonda, nella strutturazione cellulare delle immagini e nel misterioso disvelarsi dei mondi visibili e invisibili, un amore intenso per ogni forma di vita, umana e non umana e per l’universo …

Quando negli anni ‘90 inizia il fatidico percorso che dalle opere pittoriche - con le quali aveva onorato la sua mission di comunicatrice di Bellezza - la porta a operare direttamente in natura e in ambiente urbano tramite Performances e Installazioni in grande e piccola scala - l’Artista non fa che rispondere all’esigenza di personificare ed esemplificare un vivere più intenso, cosciente e rispettoso di tutti gli esseri e della natura, nella percezione di essere Uno con tutto l’esistente.

Sente di essere sulla giusta via: quella di una ridefinizione dell’Arte nella Verità, Autenticità, Consapevolezza e Bellezza, in linea con Vita stessa; spinta e supporto di una rinnovata coscienza, permeata - e al tempo stesso divulgatrice - di valori fondamentali per l’umanità… 
continua sul sito e sull’ebook

 
The   SOCIAL SCULPTURE EBOOK  - pp.112

Liturgia dell’accoglienza:
Gli “extracomunitari” sono il mio prossimo
EXTRA
:  https://issuu.com/terivolini/docs/extra_-_dossier

Per il mio prossimo semino  Pace : Schermata   
http://www.terivolini.it/html/seminare_la_pace.htm

Per il mio prossimo celebro e invoco la pace
 Sinfonia di Pace :
http://www.terivolini.it/html/sinfonia_pace.html

Cerchio interreligioso, cerimonia delle bandiere del mondohttp://www.terivolini.it/html/cerimonia_bandiere.html

La mostro con opere scultoree: http://www.terivolini.it/html/casuale_pace.html

 IL Dono della Bellezza al mio prossimo:
 CICLI delle OPERE PITTORICHE DI TERI VOLINI - EBOOK ILLUSTRATO pp. 73

o   T  TESTI CRITICI E POETICI DEDICATI ALL'ARTE PITTORICA DI TERI VOLINI – pp 90
o    

o         2011- Opere pittoriche di Teri Volini - colonna sonora Gabriel - Lamb
o    

La Natura è il mio prossimo: 
 schermata opere 
 http://www.terivolini.it/html/land_art.htm
CATALOGO DELLE OPERE di  Land Art  DI TERI VOLINI  (fino al 2007) 
LAND ART: il piacere di realizzare un'Opera in sintonia con la Natura  - pp. 141              
http://issuu.com/terivolini/docs/catalogo_ebook
Video sintesi: La Ragnatela http://www.youtube.com/watch?v=DnBzhtqpJz0
 

Per il bene del prossimo: 

FAR PACE CON LA TERRA:

GALLERIE VIRTUALI (GALLERIE 3d)

o    

VIDEO  SCHERMATA


Liturgia della Misericordia

Lo straniero è il mio prossimo http://www.terivolini.it/html/tracceArabi.htm
I popoli migranti sono il mio prossimo http://www.terivolini.it/html/testimoniIllustri.htm

Le donne velate  (in tutte le culture, anche la nostra) sono il mio prossimo:

Rivelazione http://www.terivolini.it/html/performancs20.htm

Liturgia della parola

LA PAROLA SPECCHIO DELLA COSCIENZA -  Ricerca sui Vangeli http://issuu.com/andypower/docs/parolaspecchio/3?e=0

Attivare la migliore parola per il prossimo:

Riformiamo il Pianeta con Parole di Luce
QUINTUPLICE INSTALLAZIONE a Potenza 
http://www.terivolini.it/html/riformiamo.html
Produrre Poesia e Bellezza:
Video poesia – Le Souffle de l’Univers   - Versione lingua francese per  Alliance  Française - http://youtu.be/AgBdlWsIHZU

Combattere l’ignoranza e l’iniquità del cuore
DOCUMENTO DI PIETRA A PZ:  http://www.terivolini.it/html/performances17.htm

IL CUORE DI PIETRA – Basilicata:  http://www.terivolini.it/html/cuore_di_pietra.htm

Educare le giovani generazioni: laboratori educativi e creativi 
2005 DOSSIER LAND ART TERI VOLINI E ISTITUTO D'ARTE ISA LEVI - PP.52


2009  LA BELLA TERRA – laboratori educativi e creativi  con scuola primaria S. Maria  a Pz  http://www.terivolini.it/html/bellaterra.htm
Azioni ed Opere:
·         
IO SONO UNO CON GLI ALBERI
Doppia mostra di opere in difesa della natura e grande installazione con 50 piccoli germogli per l'opera collettiva

IO SONO UNO CON GLI ALBERI:
Presentazione ufficiale progetto e opera collettiva 
http://www.terivolini.blogspot.it/2011/06/io-sono-uno-con-gli-alberi-convegnoe.html

IO SONO UNO CON IL SOLE Realizzazione ed esposizione Opera Collettivahttp://www.terivolini.blogspot.it/2011/05/realizzazione-ed-esposizione-opera.html


ESSERE UNO CON LA TERRA MOSTRA DI TUTTE LE OPERE COLLETTIVE http://www.terivolini.blogspot.it/2011/06/mostra-opere-teri-volini-in-difesa.html

Esprimere amore per il Pianeta
Video Presentazione Teri Volini - Da Intervista Simonetta Ronconi- Amsterdamhttp://vimeo.com/simonettaronconi/review/69250140/548c52d378


Ebook  IL REALE INVISIBILE - LA RAGNATELA -   in italianohttp://issuu.com/terivolini/docs/il_reale_invisibile_-_la_ragnatela_

Ebook THE REAL INVISIBLE. THE SPIDERWEB 

2000  MESSAGE IN THE BOTTLE 1 http://www.terivolini.it/html/performances12.htm

Esporsi per la Pace,  per i diritti umani, per la salvaguardia della  natura: IL NASTRO ROSSO DELLA VITA: http://terivolini.it/Nastro_Rosso_Vita.htm

SCHERMATA MANIFESTI D’ARTISTA: http://www.terivolini.it/html/manifesti_artista.htm




Tutta l’Umanità è il mio prossimo 

ONENESS:   schermata tutte le opere 
http://www.terivolini.it/html/oneness.htm

Io sono Uno con tutte le nazioni del mondo  http://www.terivolini.it/html/dichiarazione_dell_identita.htm

                                    



Praticare  la scrittura consapevole, per  la giusta conoscenza
Alcunarticoli in difesa della natura

  
giugno '08 "Un'opera d'arte in sintonia con la Natura" http://issuu.com/andypower/docs/verim/1?e=0
·  dicembre '08 "Diario Verde - delle azioni virtuose per Madre Terrahttp://issuu.com/andypower/docs/diario_verde_delle_azioni_virtuose_unito/1?e=0

·  maggio ‘09 “Il Mandala della Terra Verde”

dic. '09 Un Concetto di Arte al Servizio del Mondo" di Maddalena Salvia


·  2010 marzo '10 "La Bella Terra" di Anna Mollicahttp://issuu.com/andypower/docs/1_la_bella_terra_di_anna_mollica/1?e=0

Per Informare il prossimo sui rischi per la salute del territorio e nostra
 
CONFERENZE - 
le più recenti –
Ottobre 2014
Della serie ARTE CULTURA NATURA,  per uno stile di vita rispettoso dell’ambiente e della salute a cura di Teri Volini

1 UNA NUOVA CONSAPEVOLEZZA ALIMENTARE - GLI ANTICHI GRANI - 
conferenza con proiezione cortometraggio X -Grain, di ABAP Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi. Album fotografico su Blog :  
http://terivolini.blogspot.it/2014/10/una-nuova-consapevolezza-alimentare-gli.html
2  UNA SINERGICA CONDIVISIONE : JOSEPH BEUYS – TERI VOLINI
3° EVENTO ARTE CULTURA NATURA, per uno stile di vita rispettoso dell’ambiente e della salute
OLTRE LA COMPETIZIONE: GAIA, IL PIANETA VIVENTE - di James Lovelock
EVENTO FB  
Pubblicazione su Blog   - Oltre la competizione: GAIA, IL PIANETA VIVENTE con img http://terivolini.blogspot.it/2014/12/teri-volini-james-lovelock-oltre-la.html

continua ..

grazie per l'attenzione 
teri